Crioconservazione della fertilità e social freezing

La crioconservazione per fini riproduttivi ha assunto di recente, in tutto il mondo, una crescente importanza nei programmi di Procreazione Medicalmente Assistita (P. M. A.) e con buona probabilità è destinata a giocare un ruolo significativo nei prossimi anni. I principali vantaggi di questa tecnica includono:

 Conservazione di gameti ed embrioni per uso futuro al fine di evitare la ripetizione della stimolazione ovarica.

 Possibilità di procreare per pazienti neoplastici in attesa di chemio o radioterapia;

 Minor rischio di gravidanze multiple, attraverso la riduzione del numero degli embrioni freschi trasferiti.

 Riduzione del rischio di sviluppare la sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS) che rappresenta ancora oggi la più seria complicanza dei regimi di superovulazione.

 Parità tra i sessi nella riproduzione .

 Autonomia riproduttiva: decidere se, con chi e quando avere figli.

 Diventare madre biologica di un proprio bambino

La criopreservazione dei gameti e dei tessuti umani ha il ruolo di mantenere inalterata la struttura e la funzione delle cellule, per un loro utilizzo nel tempo, mediante tecniche di congelamento che fanno uso di sostanze speciali (cosiddetti "crioprotettori") per evitare al materiale biologico i danni legati alle basse temperature. Nella procreazione assistita, questo ruolo di mantenimento è essenziale, sia per la criopreservazione degli ovociti o degli spermatozoi di donatori sani o affetti da patologie che li colpiscono direttamente o secondariamente alle terapie effettuate ( chemio o radioterapia ), sia semplicemente per poter ritardare il momento del concepimento. (Figure 1-2-3) In alcuni Paesi, come l'Italia, in cui, nel passato, è stata vietata la criopreservazione degli embrioni, le metodiche di criopreservazione dei gameti rivestono un ruolo essenziale e negli Stati Uniti si è riusciti ad impiantare con successo un embrione criopreservato da venti anni.

LA VITRIFICAZIONE COME ALTERNATIVA AL CONGELAMENTO “LENTO” La tecnica di vitrificazione si basa sull’utilizzo di un'alta velocità di abbassamento della temperatura dell’acqua che, in concomitanza con l’uso di agenti crioprotettivi, che garantiscono una maggiore viscosità cellulare, impedisce la formazione di cristalli di ghiaccio. Il principio alla base di questa procedura riguarda l’utilizzo di una maggiore velocità di congelamento e scongelamento ovocitario, che permette di ridurre la concentrazione di crioprotettivo necessario a proteggere le cellule dalla formazione dei cristalli di ghiaccio, riducendo il rischio di tossicità per la cellula. A differenza quindi del congelamento classico, la vitrificazione raffredda le cellule in maniera più rapida. Per ottenere un'altissima velocità di criopreservazione è necessario porre l'ovocita o l'embrione a diretto contatto con l'azoto liquido ( LN2 ). Tale procedimento, se da un lato non comporta rischi per il nascituro, comporta qualche rischio di contaminazione con batteri, funghi, virus, metalli pesanti, in contrasto con quanto stabilito dalla direttiva europea sulla manipolazione di cellule e tessuti.(Figura 4)

Al giorno d'oggi, le indicazioni per la crioconservazione degli ovociti sono certamente in aumento. Il Social Freezing ovocitario e le banche per ovodonazione risultano utlizzabili con buona frequenza dal momento che gli ovociti vitrificati sembrano avere le stesse potenzialità in termini di fertilizzazione ed impianto rispetto ad ovociti freschi. La vitrificazione degli ovociti per ragioni etiche e sociali Ci sono coppie con obiezioni morali o religiose circa la crioconservazione degli embrioni. Inoltre, alcuni paesi hanno restrizioni di legge per quanto riguarda la loro crioconservazione. Una recente applicazione alla crioconservazione ovocitaria è il " Social Freezing" . Per molte donne il passare del tempo, motivazioni sociali ed economiche, nega loro la possibilità di diventare madri in età relativamente giovani costringendole a ritardare la programmazione di una famiglia anche oltre i quarant’anni di età. Epoca in cui si assiste ad una riduzione del tasso di fecondità ed aumento dei tassi di aborti spontanei oltre che un aumento del rischio di avere un bambino con anomalie cromosomiche come la sindrome di Down. Crio- preservando i propri ovociti in giovane età, le donne hanno la possibilità di rinviare la propria maternità al momento più opportuno.

Sicuramente lo sviluppo di un protocollo di vitrificazione asettico affidabile e sicuro è di grande importanza per la crioconservazione dei tessuti umani dopo le relazioni di Bielański che hanno sollevato lo scetticismo sull'uso di protocolli di vitrificazione aperti. Le linee guida del Parlamento europeo (Parlamento europeo e il Consiglio dell'Unione europea, 2004, 2006) hanno spinto i ricercatori alla ricerca di soluzioni per mantenere la vitrificazione in condizioni asettiche. ( Figura 5)

G. Gullo,A.S. Laganà,S.G. Vitale

Bibliografia:  Arav A, Yavin S, Zeron Y, Natan D, Dekel I, Gacitua H. New trends in gamete’s cryopreservation. Mol Cell Endocrinol. 2002 Feb 22;187(1–2):77–81.

 Bielanski A. A review of the risk of contamination of semen and embryos during cryopreservation and measures to limit cross-contamination during banking to prevent disease transmission in ET practices. Theriogenology. 2012 Feb;77(3):467–82.

 Bielanski A, Nadin-Davis S, Sapp T, Lutze-Wallace C. Viral contamination of embryos cryopreserved in liquid nitrogen. Cryobiology. 2000 Mar;40(2):110–6.

 Bielanski A, Bergeron H, Lau PCK, Devenish J. Microbial contamination of embryos and semen during long term banking in liquid nitrogen. Cryobiology. 2003 Apr;46(2):146–52

 Chian R-C, Huang JYJ, Tan SL, Lucena E, Saa A, Rojas A, et al. Obstetric and perinatal outcome in 200 infants conceived from vitrified oocytes. Reprod Biomed Online. 2008 May;16(5):608–10.

 Cobo A, Kuwayama M, Pérez S, Ruiz A, Pellicer A, Remohí J. Comparison of concomitant outcome achieved with fresh and cryopreserved donor oocytes vitrified by the Cryotop method. Fertil Steril. 2008 Jun;89(6):1657–64.

 Fabbri R, Porcu E, Marsella T, Rocchetta G, Venturoli S, Flamigni C. Human oocyte cryopreservation: new perspectives regarding oocyte survival. Hum Reprod Oxf Engl. 2001 Mar;16(3):411–6.

 Kuwayama M, Vajta G, Kato O, Leibo SP. Highly efficient vitrification method for cryopreservation of human oocytes. Reprod Biomed Online. 2005 Sep;11(3):300–8.

 Vanderzwalmen P, Ectors F, Grobet L, Prapas Y, Panagiotidis Y, Vanderzwalmen S, et al. Aseptic vitrification of blastocysts from infertile patients, egg donors and after IVM. Reprod Biomed Online. 2009 Nov;19(5):700–7.

 Official Journal of the European Union. DIRECTIVE 2004/23/EC OF THE EUROPEAN PARLIAMENT AND OF THE COUNCIL of 31 March 2004 on setting standards of quality and safety for the donation, procurement, testing, processing, preservation, storage and distribution of human tissues and cells EUR-Lex - L:2004:102:TOC - EN - EUR-Lex. [cited 2016 Mar 29]; Available from: http://eur-lex.europa.eu/legalcontent/EN/TXT/?uri=OJ:L:2004:102:TOC

 Panagiotidis Y, Vanderzwalmen P, Prapas Y, Kasapi E, Goudakou M, Papatheodorou A, et al. Open versus closed vitrification of blastocysts from an oocyte-donation programme: a prospective randomized study. Reprod Biomed Online.

 Vanderzwalmen P, Zech N, Prapas Y, Panagiotidis Y, Papatheodorou A, Lejeune B, et al. [Closed carrier device: a reality to vitrify oocytes and embryos in aseptic conditions]. Gynécologie Obstétrique Fertil. 2010 Sep;38(9):541–6.

 Papatheodorou A, Vanderzwalmen P, Panagiotidis Y, Prapas N, Zikopoulos K, Georgiou I, et al. Open versus closed oocyte vitrification system: a prospective randomized siblingoocyte study. Reprod Biomed Online. 2013 Jun;26(6):595–602

 

Add new comment

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.

Filtered HTML

  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.

Gmap

CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
14 + 2 =
Solve this simple math problem and enter the result. E.g. for 1+3, enter 4.